Ballo da Sala

BALLO PERCHÉ SONO FELICE – SONO FELICE PERCHÉ BALLO

Perché ballare? Perché avvicinarsi ad un’arte alla quale non abbiamo mai neppure pensato?
Per molti danzare è solo una piacevole attività corporea, e una danza vale l’altra. Si passa poi attraverso vari gradi di interesse e di approfondimento, fino ad arrivare a chi è fortemente spinto a comprendere, vivere ed analizzare tutto ciò che è una danza, e di conseguenza la cultura che ha generato la danza stessa.
Chi ha sperimentato il ballo di coppia attraverso un corso ha riscoperto il piacere del gruppo e dell’affiatamento del duo.
Questa non è soltanto una disciplina da rispettare – senza la quale vi sarebbe il caos – ma una vera gioia di scoprire e ritrovare nuove amicizie e valori perduti.
L’approccio uomo-donna/donna-uomo è ancora un bisogno ardente da coronare, ed è un contatto importante da coltivare.
Molti dicono “Non sono capace, non ho un compagno/compagna, sono negato…”, pensano di non potercela fare senza neanche provarci, lasciando il tutto come un sogno irrealizzato. In realtà questi sono spesso soltanto pensieri che ci bloccano per compiere il primo passo ed iniziare a ballare. Tutti hanno il diritto di sognare, ma mi permetto di aggiungere che prima o poi arriva il momento della realtà, ed è necessario trasformare un sogno in concretezza. Sono certamente necessarie doti fisiche, tecnica, e spirito di sacrificio, caratteristiche che contraddistinguono un danzatore ed un grande artista.
Ma la verità di fondo è che basta avere passione e voglia di mettersi in gioco.
Non servono troppe parole per questa arte. Alla fine ciò che conta per me è questo: lasciare questi pensieri alle nostre spalle ed iniziare ballare!